IL LAB 2017-06-26T15:21:13+00:00

L’Innovation Design Lab: dove il design orienta l’innovazione a favore di imprenditorialità e sostenibilità

Il Lab nasce nel maggio 2015 all’interno del Systemic Innovation Design Network del Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino. È un hub dedicato al confronto, allo studio, alla ricerca e alla progettazione di processi di innovazione con una particolare attenzione al contesto territoriale e alla sostenibilità ambientale.

Il team è composto da professori, ricercatori e studenti specializzati in aree eterogenee del progetto che trovano nel Lab un luogo ideale per promuovere iniziative innovative: dall’ambito formativo a quello sperimentale, fino all’imprenditorialità.

Innovation Design Manifesto

L’ Innovation Design

L’innovation design è una forza multiforme caratterizzata dalla sua dinamicità. La dinamicità esprime il concetto del movimento, della forza, dell’energia in risposta a fenomeni complessi. Se il progetto è una successione consapevole e organizzata di azioni nel tempo, la dinamicità assicura la giusta flessibilità, intraprendenza e intensità per il perseguimento dell’obiettivo. Tutto ciò è fondamentale in un contesto incerto e mutevole come quello del mondo dell’innovazione. Conosciamo il punto di partenza e adattiamo in modo flessibile e dinamico la strada che ci condurrà a destinazione. Cerchiamo quindi di rispondere in modo pro-attivo, intraprendente e con laboriosità alle insidie del percorso.

L’innovation design agisce come linguaggio comune e di mediazione per l’incontro dei diversi saperi nella ricerca di soluzioni alle sfide innovative. Le complessità e gli obiettivi di un progetto innovativo richiedono un approccio multidisciplinare. L’intreccio di saperi e conoscenze, derivanti dall’esperienza e dalla passione di figure professionali differenti, interagiscono tra loro per innescare una collaborazione costante. Ciascuna figura contribuisce in modo costruttivo ad offrire una visione del fenomeno indagato, attraverso il proprio bagaglio culturale. Leggiamo ogni dato attraverso molteplici sfaccettature per ottenere una visione ed un’esplorazione completa del contesto di riferimento.

L’innovation design non agisce solo per rispondere ad esigenze specifiche ma reinterpreta ed amplifica le relazioni tra ciò che disegniamo, le persone e il contesto che li circonda. Noi la chiamiamo sostenibilità. E non importa se “ciò che disegniamo”, in realtà, è un prodotto, un processo o un servizio. Definiamo la sostenibilità come una caratteristica fondamentale che agisce cercando un equilibrio tra tre differenti dimensioni: la società, l’ambiente e l’economia. Di conseguenza l’innovazione sostenibile produce una nuova valorizzazione del territorio e del contesto, introducendo valori come ad esempio l’equità sociale,l’accessibilità economica, l’utilizzo sistemico delle risorse.

L’innovation design deve avere una stretta relazione con il contesto in cui opera. Il design dell’innovazione ha quindi il compito e la responsabilità di riconoscere e valorizzare il potenziale del territorio. Tutte le risorse culturali, economiche e sociali, sono necessarie per trasformare i problemi in opportunità, per interpretare le esigenze come potenziale di azione.

La possibilità di raccogliere, incrociare, visualizzare e studiare le informazioni quantitative e qualitative del contesto ed i loro pattern è diventato strategico per la riuscita del progetto e la sua applicazione. L’analisi quanti-qualitativa, infatti, non riguarda soltanto gli aspetti culturali, sociali ed economici, ma anche tutti gli attori coinvolti sul territorio, siano esse persone, compagnie, organizzazioni o altre realtà presenti. Una metodologia guidata dai dati fornisce gli strumenti necessari per indagare, ideare e valutare le concrete ricadute di un progetto. Attraverso l’interpretazione dei dati leggiamo gli sviluppi che avvengono nei vari ambiti, seguendo un attento processo critico, iterativo ed evolutivo.

Progettare l’innovazione significa fornire risposte. Le risposte devono essere: pragmatiche, funzionali rispetto alle necessità, efficaci ed efficienti. L’efficacia indica la capacità di raggiungere l’obiettivo prefissato, mentre l’efficienza valuta la capacità di farlo impiegando le risorse minime indispensabili. Senza un bisogno o una necessità da soddisfare non esiste innovazione. Il confronto e l’intersezione con bisogni reali è un elemento chiave strategico che ne determina: il successo o il fallimento, la sua forma il suo funzionamento, la sua sostenibilità nonché le ricadute sociali sulla società e/o il mercato di riferimento.

L’innovation design è un processo progettuale che attinge alla cultura creativa individuale o collettiva. Come creativi abbiamo il compito di: incubare idee embrionali, stimolare processi creativi, generare e ricombinare idee e risorse, fornire soluzioni a problemi espliciti o latenti. Tutto questo in modo o in forma originale. Affinché una soluzione possa essere considerata creativa, deve non solo rompere una regola esistente, ma deve originare una regola nuova, e migliore.

L’innovation design è, prima di tutto, cultura e informazione. Innovare vuol dire rendere visibili le idee, tradurle in fatti concreti attraverso tecniche e competenze, saperle diffondere e renderle accessibili. L’innovation design diventa perciò uno strumento per: comunicare le potenzialità di un territorio, veicolare nuovi messaggi di sostenibilità e integrazione verso un più vasto pubblico. In questo senso l’innovazione non riguarda solamente aspetti tecnologici ed economici, ma anche, e soprattutto, culturali e sociali.

L’innovation design è in grado di rispondere al cambiamento dei nuovi paradigmi culturali, sociali ed economici. Si passa quindi dal “come si fa?” al “perché lo stiamo facendo?”. Il valore di un’innovazione non è più solo misurata dal riscontro economico ma anche da nuovi fattori di valore/beneficio a livello sociale e a livello ambientale, in una visione sempre meno tecno-centrica e sempre più uomo-centrica.

L’innovazione è un cambiamento che genera progresso. Si articola come un continuo processo di perfezionamento teso al miglioramento del tenore di vita dell’uomo, dal progetto delle relazioni che generano un valore qualitativo, ai nuovi modelli organizzativi, alle ricadute sulla collettività. L’innovation design lavora in modo sistemico. Ogni valore creato è trainante per l’introduzione di altri valori. Ogni valore collegato non ha ragione e possibilità di esistere senza gli altri.

Abbiamo lavorato con:

made w/ in:

Corso Luigi Settembrini, 178
10135 Torino (TO)

quick contact:

Tel: +39 011 090 8866
idlab@polito.it

    

2017